Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus.

Appendere le foto in casa: disposizioni, stili e cornici

blog cornici

Appendere le foto in casa? Può sembrare un’operazione semplice, ma in realtà non lo è. Affinché le foto arredino per davvero, e si integrino al meglio nell’ambiente esistente, è necessario seguire qualche semplice regola e applicare l’arte del buon gusto. Ovviamente, non è obbligatorio seguire uno schema: basta tenere a mente qualche semplice accorgimento per scegliere come - all’interno del proprio soggiorno, della camera da letto o del corridoio - le immagini a noi care possano dare forma ad una sorta di opera d’arte.

Sono talmente tante, le possibili disposizioni delle foto in casa, che decidersi non è facile. Da cosa partire, dunque? Sicuramente dallo stile d’arredo della propria abitazione: se è classico oppure industrial, minimal o shabby-chic, anche il modo in cui le pareti vengono decorate cambierà. E non necessariamente, lo stile delle cornici e delle stampe dovrà sposare quello dell’abitazione: anzi, spesso è nei contrasti che si trova la bellezza. A patto che siano contrasti ragionati, e perfettamente compatibili.

Il consiglio è quello di appendere le proprie foto in stanze utilizzate da tutti, come il soggiorno, la sala da pranzo oppure - se presenti all’interno dell’abitazione - le scale. Se si decidesse di posizionarle sopra ad un tavolino, ai mobili di ingresso oppure al divano, è bene equilibrare lo spazio tra il pavimento e il soffitto, posizionando le cornici nell’ultimo caso a 50 centimetri dallo schienale del sofà. Cornici di cui è necessario scegliere bene la misura, il materiale e il colore. La soluzione migliore è quella di variare, ma garantendo comunque omogeneità: se si vogliono colori differenti, è bene utilizzare un unico materiale. Se si vogliono invece le cornici l’una diversa dall’altra, meglio che queste siano antiche, recuperate magari nei mercatini dell’usato. Infine, bisogna scegliere se dare alla foto la stessa importanza oppure se metterne in risalto una, posizionandola in una cornice più grande oppure collocandola nel mezzo della composizione: se avranno tutte la stessa dimensione, la composizione (verticale, orizzontale o diagonale) dovrà comunque seguire una logica, come ad esempio una linea temporale. Il trucco? Immaginare un riquadro in cui disporre le foto in modo armonioso. Ma si può anche ricoprire un’intera parete, oppure mettere in campo la creatività e creare un cuore con tante piccole Polaroid o magari un gigantesco orologio, dove le foto sono i numeri. Perché, come nell’arredo, anche nella decorazione conta la propria fantasia.


Per stampare le tue foto, affidati ad Helios Guzzi. Sul nostro sito potrai stampare direttamente online le tue fotografie, scegliendo il formato che più ti piace.